Le colonie feline

Ultima modifica 23 ottobre 2017

Si definisce colonia un gruppo di gatti,  più o meno numeroso, che vive in un determinato territorio.
Il Comune di Vimercate, attraverso l’Ufficio Diritti degli Animali e in applicazione della normativa vigente, ha voluto dare una veste ufficiale a questi insediamenti felini, controllando demograficamente il numero dei gatti grazie alla collaborazione delle “gattare”, fornendo assistenza veterinaria per le sterilizzazioni e tutelandoli da ogni forma di abuso o maltrattamento.
Nel nostro Comune sono state censite 35 colonie feline.


CHI SONO LE “GATTARE”
La tradizione vuole che siano principalmente le donne a prendersi cura degli animali, da cui il termine "gattara", ma sono sempre di più uomini e i giovani che vogliono dedicarsi alla cura e tutela dei nostri amici a quattro zampe.
I responsabili delle colonie feline sono persone pronte a dedicare parte del proprio tempo per nutrire e curare gli appartenenti alla colonia. Non chiedono denaro,e la loro dedizione è totalmente volontaria. Ciò non toglie che ci si aspetti solidarietà o quanto meno tolleranza da parte di coloro che risiedono nella zona limitrofa alla colonia felina. Una buona convivenza con gli animali e la repressione di atti che possano arrecare danno agli stessi sono segno di grande civiltà e rettitudine.
Chiunque volesse può contribuire, donando al responsabile della colonia confezioni di cibo che questi provvederà a dare ai gatti, negli orari stabiliti ai quali gli animali sono abituati, senza lasciare vassoi o carte per strada.
Le gattare del nostro Comune sono state dotate di un Tesserino di Riconoscimento e fanno capo all’UDA.


LE COLONIE CONDOMINIALI
La permanenza dei gatti nelle aree condominiali, siano esse cortili, garage o giardini, è da considerarsi assolutamente legittima. La Legge Regionale n° 16/2006 riconosce al gatto il diritto al territorio, formulando un espresso divieto di spostamento dei soggetti dal loro habitat (art. 9), intendendo per habitat il luogo pubblico o privato dove i gatti trovano abitualmente rifugio, cibo e protezione. Inoltre, la legge prevede che il loro numero sia tenuto sotto controllo attraverso la sterilizzazione e che gli animali siano nutriti nel rispetto dell’igiene dei luoghi.
Dobbiamo ricordare che il gatto, anche se ben nutrito, resta il principale antagonista dei topi.


COSA POSSIAMO FARE INSIEME
Si ricorda a tutti che le azioni che portano alla morte degli animali (come lo spargimento di veleno) o i maltrattamenti costituiscono dei reati e sono sanzionati dal Codice Penale.
Si invitano pertanto tutti i cittadini a prestare attenzione affinché non vengano commesse azioni illecite nei confronti di qualsiasi animale e a denunciare i responsabili ai Volontari di questo Ufficio o alle autorità di pubblica sicurezza (Carabinieri, Polizia Urbana), che raccolgono le denunce e intervengono per reprimere i reati.