#bastapoco: compostaggio domestico

Ultima modifica 29 agosto 2018

Dopo l’acqua e l’aria #bastapoco nel suo terzo appuntamento si occupa dell’elemento terra.
In che modo? Ovviamente invitandovi ad adottare dei comportamenti semplici, facili e immediati che vi aiuteranno a volere ancor più bene all’ambiente.
#bastapoco si occuperà di compostaggio e vi invita al corso teorico-pratico che sarà organizzato dall’Amministrazione Comunale tra marzo e aprile.

Un mini corso per imparare un piccolo gesto quotidiano, per fare una scelta di grande utilità per se stessi e per la collettività. Imitando quanto succede in natura, i nostri scarti di cibo e di verde possono trasformarsi in prezioso terriccio, ideale come fertilizzante in agricoltura, per orti, giardini e piante in vaso: il compost.
Forse non tutti sanno che il 30% della produzione totale di rifiuti è costituito dal rifiuto organico che, una volta prelevato con il servizio del porta a porta, viene inviato agli impianti di compostaggio.
Tutto ciò costituisce un costo elevato per i bilanci comunali e di conseguenza per tutti i cittadini.
Fare il compostaggio a casa diventa quindi la soluzione per diminuire questa spesa e riutilizzare i rifiuti organici.

Cosa significa fare il compostaggio?
Il compostaggio domestico consiste nella trasformazione in compost di una certa quantità di sostanza organica, costituita sia dalla frazione umida sia dalla frazione verde. Il processo si svolge di solito nel giardino di casa, evitando così di produrre rifiuti, che sono da raccogliere, trasportare e trattare a spese del servizio pubblico.

Il corso di compostaggio domestico
Il corso, tenuto dalla Cooperativa “La Ringhiera”, si è articolato in tre appuntamenti teorici e uno pratico.
A questo link è possibile vedere il video integrale dell'ultima lezione tecnico-pratica

Inoltre rivolgendosi all'ufficio ecologia (il lunedì e il venerdì dalle 9.00 alle 12.00) nel cortile secondario di Palazzo Trotti è possibile ritirare gratuitamente la compostiera che sarà ceduta in comodato d'uso, che dovrà quindi essere restituita in caso di mancato utilizzo.