Ultime Notizie
VIMERCATE SOTTOSOPRA. Festival internazionale di teatro circo » Dopo il successo della prima edizione, dal 19 al 29 dicembre 2017 torna la rassegna VIMERCATE SOTTOSOPRA. Festival internazionale di teatro-circo con artisti da tutto il mondo (Kenya, Francia, Cile, Regno Unito e Italia, naturalmente) che si esibiranno in Parco Trotti a Vimercate, in un tendone riscaldato messo a disposizione dai Togni, una famiglia simbolo del circo italiano.La 2a edizione della rassegna è promossa dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Vimercate e propone un ricco programma di spettacoli gratuiti con le novità più interessanti del circo contemporaneo: nove spettacoli di teatro circo (giocoleria, acrobatica, clowneria, illusionismo), due laboratori di giocoleria, un incontro con il teatro di narrazione e una comedy marching band per le vie del centro storico. La direzione artistica sarà anche quest'anno del Professor Alessandro Serena (Associazione Circo e dintorni), Docente di Storia dello Spettacolo Circense e di Strada all'Università degli Studi di Milano, nipote di Moira Orfei e autore di diversi programmi televisivi, considerato uno dei massimi esperti nel settore. La rassegna è promossa nell'ambito di Open Circus, progetto di diffusione della cultura circense sostenuto dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.Tutti gli spettacoli saranno ad ingresso gratuito fino a esaurimento posti.E’ vivamente consigliata la PRENOTAZIONE ONLINE cliccando i link a fianco delle date e seguendo le istruzioni*.MARTEDÌ 19 DICEMBRE - ORE 20.30 > Prenota cliccando quiTHE BLACK BLUES BROTHERSAcrobatica (Kenya)Cinque scatenati acrobati/ballerini che uniscono la fisicità e la plasticità dei movimenti, che richiamano le loro origini africane, al sound inimitabile del Rhythm & Blues, in eleganti abiti american style. Divertimento assicurato per spettatori di ogni tipo e di ogni età che difficilmente resisteranno all’allegria contagiosa che i Black Blues Brothers sono in grado di sprigionare. Finalisti della trasmissione Tù si que va...
IL SEGNO DEL '900 » IL SEGNO DEL '900. Da Cézanne a Picasso, da Kandinskij a Fontana è il titolo della nuova mostra che sarà ospitata nella sale del MUST Museo del territorio dal 16 dicembre 2017 all'11 marzo 2018 curata da Simona Bartolena. 85 opere grafiche che ripercorrono la scena artistica europea dalla fine dell’Ottocento al secondo dopoguerra, e dimostra, attraverso i fogli di alcuni dei più celebri artisti del tempo, l’importanza della stampa d’arte come mezzo espressivo autonomo. Il percorso inizia simbolicamente alla fine dell’Ottocento, con l’opera di personaggi chiave per gli sviluppi dell’arte nei decenni successivi – su tutti Paul Cézanne e gli artisti della stagione Simbolista – per proseguire poi tra i vari movimenti d’avanguardia e i loro principali interpreti: da Picasso e Matisse, da Pechstein a Dix, da Kandinskij a Klee, da Miró a Giacometti, da Hartung a Dubuffet, da Vedova a Fontana. Durante tutto il periodo saranno organizzati delle conferenza e tema, laboratori per bambini e ragazzi e anche piccolissimi. Il programma sul sito del MUST all'indirizzoEVENTI E LABORATORI- CONFERENZASabato 20 gennaio 2018  ore 17.00 Da Cézanne a Picasso, da Kandinskij a Fontana.  Percorsi nella stampa d'artista del Novecento europeoRelatore Simona Bartolena - BABYMUST. Laboratori esperienziali per piccolissimi 1-3 anni. (A cura di Artebambini) Domenica 17 dicembre 2017 (ore 10.30 e 17) e Sabato 23 dicembre (ore 17) GIOCO CON COLORE...IL BIANCO E IL NEROUna danza di opposti, un incontro di contrari, un laboratorio in cui sperimentare il colore...in tutti i sensi! Domenica 21 gennaio 2018 (ore 10.30 e ore 17.00) IL SEGNOIl  gesto  più  semplice  è  tutto  da  scoprire:  profondo  o  superficiale,  disteso  o  intrecciato?  Con molteplici tecniche lasciamo tracce che parlino di noi. Domenica 25 febbraio 2018 (ore 10.30 e ore 17.00) LA STAMPAImprimere,  raddoppiare,  replicare,  invertire,  schiacciare:  un  laboratorio-incontro  con  strumenti  e  materiali della STAMP ART. INFO: Durat...
Misure antismog, Vimercate aderisce all'accordo del bacino padano » Dal 17 ottobre 2017, in base a quanto stabilito dall’Accordo del Bacino Padano, sono in vigore le misure antismog di 1° livello nei Comuni delle Province di Bergamo, Brescia, Cremona, Lodi, Mantova, Monza e Brianza e della Città metropolitana di Milano.Sono coinvolti tutti i Comuni superiori ai 30.000 abitanti. Il Sindaco di Vimercate Francesco Sartini con l'ordinanza n.100 ha aderito all'accordo anche se Vimercate non supera i 30.000 abitanti.Queste sono le misure permanenti valide fino al 31 marzo 2018 divieto di circolazione da lunedì a venerdì dalle 7.30 alle 19.30 agli autoveicoli benzina Euro 0, diesel Euro 0, Euro 1 ed Euro 2, motocicli e ciclomotori a due tempi di classe Euro 1 e il blocco totale, da lunedì a domenica dalle 00.00 alle 24.00, dei motoveicoli e ciclomotori a due tempi di classe Euro 0 in tutto il territorio regionale.MISURE ANTISMOG DI 1° LIVELLO (non attive)SUPERAMENTO PER 4 GG CONSECUTIVI DEL VALORE DI 50 MICROG/M3 DI PM10Estensione del divieto di circolazione ai seguenti veicoli:- autovetture diesel private Euro 3 e Euro 4 dalle 8.30 alle 18.30- veicoli commerciali diesel fino alla classe Euro 3 dalle 8.30 alle 12.30 MISURE ANTISMOG DI 2° LIVELLO (non attive)SE GLI SFORAMENTI SI PROTRAGGONO PER OLTRE 10 GIORNIEstensione del divieto di circolazione ai seguenti veicoli:- veicoli commerciali diesel fino alla classe Euro 3 dalle 8.30 alle 18.30- veicoli commerciali diesel fino alla classe Euro 4 dalle 8.30 alle 12.30SOSPENSIONE MISURE ANTISMOGLa sospensione delle misure temporanee antinquinamento avviene se:- la concentrazione del giorno precedente il giorno di controllo è al di sotto del valore limite di 50 mg/m3 e le previsioni metereologiche prevedono condizioni favorevoli alla dispersione degli inquinanti- nei quattro giorni precedenti al giorno di controllo si osservano almeno due giorni consecutivi al di sotto del valore limite di 50 mg/m3- La sospensione delle misure ha effetto a partire dal giorno successivo a quello di controllo.A ...
Variante generale PGT. Percorso di partecipazione. Fase 2: Disegnare » Con l'incontro pubblico di presentazione di martedì 7 novembre è iniziata la seconda fase del percorso di partecipazione legato all'approvazione della Variante Generale al Piano di Governo del Territorio di Vimercate (la fase del Disegnare). Se nella prima fase (Immaginare) si chiedeva ai singoli Cittadini di inviare direttamente al Comune proposte per il futuro della Città, la seconda fase (Disegnare) è quella della condivisione: prima su una piattaforma multimediale dedicata e poi con veri e propri tavoli di lavoro, i partecipanti avranno modo di condividere le loro idee per lo sviluppo della Città, approfondirle, discuterle e far crescere attorno a esse il consenso di altri Cittadini.Il procedimento di condivisione è semplice e aperto a tutti, anche a chi non ha partecipato alla prima fase del percorso.Visita la piattaforma multimediale dedicata, iscriviti, condividi le tue idee per Vimercate e scopri quelle degli altri CittadiniGuarda la videonotizia che riassume l'incontro di presentazione del 7 novembre LA FASE DUE IN SINTESI> 10 novembre - 10 dicembre: caricamento delle proposte e/o manifestazione di interesse per le proposte di altri sulla piattaforma multimediale. > 16, 18, 20, 21 Dicembre: Tavoli di lavoro   Tavolo 1 - Abitare16 dicembre, ore 9.30Nuove edificazioni e recupero edificato; modelli abitativi e categorie di domanda (proprietà, locazione, convenzionata ecc); qualità estetica e funzionale degli edifici; sviluppo dei contesti a supporto della residenza (spazi aggregativi, ricreativi, commerciali e di servizio); sviluppo di nuova attrattività.Tavolo 2 - Muoversi e lavorare18 dicembre, ore 20.45Mobilità; modelli di spostamento e spazi dedicati; categorie fragili e mobilità dolce; attività produttive (aree per produzione, terziario, servizi, commercio); somministrazione; artigianato; agricoltura; istruzione e formazione (istruzione di base, superiore e formazione continua); servizi alla persona (servizi per categorie, servizi sanit...

Vimercate ricorda Falcone e Borsellino

PDF  Stampa  E-mail 

Sabato 10 giugno 2017 la Città di Vimercate, in occasione del venticinquesimo anniversario delle stragi di Capaci e di via D’Amelio, ha ricordato con una importante cerimonia che si è svolta a Palazzo e Parco Trotti i giudici Paolo Borsellino, Giovanni Falcone e tutte le persone che hanno sacrificato la propria vita in nome della lotta alla criminalità organizzata.

Vimercate ha avuto il grande onore di ospitare Salvatore Borsellino fratello del giudice Paolo Borsellino che ha portato la sua testimoniana.

Qui di seguito riportiamo il testo della lettera che Salvatore ha voluto dedicare al fratello.

Salvatore BorsellinoVENTICINQUE ANNI
Venticinque anni, ed è come se fosse successo solo ieri.

Venticinque anni, la voce di mia moglie che mi chiama e mi dice “Corri perché stanno dicendo alla televisione di un attentato a Palermo”.

Ed io che non ho bisogno di correre perché da 57 giorni tutti sappiamo quello che sarebbe successo.

Venticinque anni e un volo verso Palermo che dura
quanto una vita, con la speranza che quelle notizie non siano vere, che mio fratello sia ancora vivo e invece all’arrivo la voce di mia madre, al telefono, che mi dice “Tuo fratello è morto.”

Venticinque anni ed è come se fosse successo solo ieri, venticinque anni e le ferite che continuano a sanguinare, venticinque anni ed è come se tutti gli orologi si fossero fermati con le lancette su quell’ora del 19 luglio, come l’orologio nella sala d’aspetto della stazione di Bologna si fermò a segnare l’ora in cui tante vite erano state spezzate su quel treno.

Venticinque anni e i ricordi di milioni di persone si sono fermati come cristallizzati sulla scena di quello che stavano facendo in quel giorno e a quell’ora, un ricordo fermo, immobile, che non potrà mai essere cancellato.

Venticinque anni e non puoi più dimenticare, perché tuo fratello è andato in guerra ma ad ucciderlo non è stato il fuoco del nemico che era andato a combattere, ma il fuoco di chi stava alle sue spalle, di chi avrebbe dovuto proteggerlo, di chi avrebbe dovuto combattere insieme a lui.

Venticinque anni e non c’è tempo per piangere, non è tempo di lacrime perché è solo tempo di combattere per la Verità e per la Giustizia, per quella Giustizia che viene invece irrisa, vilipesa, calpestata da un depistaggio durato per l’arco di ben tre processi.

Un depistaggio ordito da pezzi deviati dello Stato ma avallato da magistrati che se ne sono resi complici, che avrebbero dovuto rigettarlo tanto era inverosimile che potesse essere stato affidato ad un balordo di quartiere il compito di uccidere Paolo Borsellino.

E poi un quarto processo nel quale si pretendeva di processarne la vittima accusandolo delle calunnie a cui era stato costretto con torture di ogni tipo da pezzi di uno stato deviato che per occultare la Verità
nascondono nelle loro casseforti una Agenda Rossa sottratta dalla machina di Paolo ancora in fiamme.

Venticinque anni, e ogni anno in Via D’Amelio per impedire quei funerali di Stato che la nostra famiglia
rifiutò fin dal primo momento, per impedire che degli avvoltoi arrivino in Via D’Amelio portando i loro simboli di morte per accertarsi che Paolo sia veramente morto.

Venticinque anni e nelle orecchie ancora la voce di mia madre che dice a me e a mia sorella Rita, mentre
ancora ha nello orecchie il boato dell’esplosione che le portava via il figlio, “Andate dappertutto, dovunque vi chiamano, a parlare del sogno di Paolo, fino a che qualcuno parlerà di Paolo e del suo sogno vostro fratello non sarà morto”.

Venticinque anni e non so quanti anni ancora mi restano ancora per obbedire, fino all’ultimo giorno della mia vita, al giuramento fatto a mia madre, Venticinque anni e nel cuore una sola certezza: che il
sogno di Paolo non morirà mai, perché era soltanto un sogno d’amore.
E non potranno mai inventare una bomba che uccida l’amore.



A questo link è possibile rivedere il video del suo intervento.

Galleria di immagini
falcone borsellino falcone borsellino falcone borsellino
falcone borsellino falcone borsellino falcone borsellino
falcone borsellino falcone borsellino falcone borsellino
falcone borsellino falcone borsellino falcone borsellino



Conclusi i discorsi di commemorazione la cerimonia è proseguita in Parco Trotti, nell’area vicina al palazzo comunale, dove i presenti si sono soffermati di fronte a quello che si è deciso di ribattezzare come albero del ricordo.
Si tratta dell’esemplare di corbezzolo piantato nel marzo 2011 in occasione del centocinquantesimo anniversario dell’Unità d’Italia: sui suoi rami tutti, adulti e bambini,è possibile appendere un biglietto con un pensiero dedicato ai giudici Falcone e Borsellino e a tutte le persone che quotidianamente sacrificano o rischiano la vita in nome della lotta alla mafia.

Come ulteriore gesto di doverosa riconoscenza l’Amministrazione Comunale ha deliberato, il 30 maggio, di intitolare l’auditorium della Biblioteca a Giovanni Falcone e Paolo Borsellino con una targa che vedete nell'immagine qui di sotto.

 

targa

 

 


I lavori degli alunni della scuola secondaria di primo grado Don Zeno Saltini di Oreno
In preparazione alla cerimonia gli alunni della scuola Saltini di Oreno con la prof.ssa Martino hanno preparato un articolo pubblicato nel loro giornale "Saltini time" e dei bigliettini riassunti nella pubblicazione dal titolo "I vostri vaslori cresceranno con voi." che salvatore Borsellino ha preso con se e che li deporrà il 19 luglio a Palermo dul luogo della strade durante la cerimonia.

saltini time

Leggi l'articolo "Saltini Time"

biglietti

Leggi la pubblicazione
"I vostri valori cresceranno con noi".
 

Comune di Vimercate - Piazza Unità d'Italia, 1 - 20871 Vimercate (MB) - Tel 039.66591 Fax 039.6084044
Email: spaziocitta@comune.vimercate.mb.it - PEC: vimercate@pec.comune.vimercate.mb.it - P.I. 00728730961 - C.F. 02026560157

Valid HTML 4.01 Strict CSS Valido!